Rea e Titano, congiunti davanti a Saturno per “mano” di Cassini
[[MORE]]
L’occhio elettronico della sonda Cassini ha colto in questo scatto la sovrapposizione prospettica quasi perfetta delle due lune maggiori di Saturno: Rea in primo piano e Titano sullo sfondo.
Rea, con un diametro di 1528 chilometri, è un mondo ghiacciato, dalla superficie butterata di crateri. L’immagine mostra il lato della luna rivolto verso Saturno (il polo nord è in alto, ruotato di 35 gradi verso destra).
Titano, la luna più grande del sistema di Saturno, ha un diametro di 5150 chilometri: appena un centinaio in meno della luna maggiore di Giove, Ganimede, che è, di poco, il satellite più grande del sistema solare. È ben visibile nell’immagine la densa atmosfera che avvolge Titano come un sudario e in particolare la foschia stratificata che insiste sul polo nord del satellite.
Cassini ha acquisito quest’immagine il 16 giugno 2011 da una distanza approssimativa di 1,8 milioni di chilometri da Rea e 2,5 milioni di chilometri da Titano (per confronto, la nostra Luna si trova a una distanza media di 384.000 chilometri dalla Terra). A simili distanze, un pixel su Rea equivale a 11 chilometri, mentre un pixel su Titano corrisponde a 15 chilometri.
Crediti: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Rea e Titano, congiunti davanti a Saturno per “mano” di Cassini

L’occhio elettronico della sonda Cassini ha colto in questo scatto la sovrapposizione prospettica quasi perfetta delle due lune maggiori di Saturno: Rea in primo piano e Titano sullo sfondo.

Rea, con un diametro di 1528 chilometri, è un mondo ghiacciato, dalla superficie butterata di crateri. L’immagine mostra il lato della luna rivolto verso Saturno (il polo nord è in alto, ruotato di 35 gradi verso destra).

Titano, la luna più grande del sistema di Saturno, ha un diametro di 5150 chilometri: appena un centinaio in meno della luna maggiore di Giove, Ganimede, che è, di poco, il satellite più grande del sistema solare. È ben visibile nell’immagine la densa atmosfera che avvolge Titano come un sudario e in particolare la foschia stratificata che insiste sul polo nord del satellite.

Cassini ha acquisito quest’immagine il 16 giugno 2011 da una distanza approssimativa di 1,8 milioni di chilometri da Rea e 2,5 milioni di chilometri da Titano (per confronto, la nostra Luna si trova a una distanza media di 384.000 chilometri dalla Terra). A simili distanze, un pixel su Rea equivale a 11 chilometri, mentre un pixel su Titano corrisponde a 15 chilometri.

Crediti: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Taggato: #Rea #Titano
  1. seis6seis6seis6 ha rebloggato questo post da e-polis
  2. postato da e-polis